7 0

Japan Airlines introduce l’opzione per viaggiare il più lontano possibile dai bambini in volo

Sì dai, ammettiamolo: i bambini sono carini e paciocconi. Fino ai due mesi. Quando non piangono. Quando non emettono alcun tipo di suono. Quando dormono. E lo sappiamo tutti (chi è senza peccato scagli il primo Plasmon!) quanto sia snervante un lungo tragitto in compagnia di sonore crisi isteriche di pianto provenienti da un pargolo a caso.

Ma finalmente qualcuno, dall’alto del cielo, si è assunto la responsabilità di essere ricordato sì stronzo, ma pur sempre come immemore eroe e salvatore di timpani. E di chi poteva essere l’idea, se non di un’ammucchiata di cervelli giapponesi?

Japan Airlines ha finalmente lanciato un nuovo servizio per i suoi clienti: la possibilità di viaggiare in aereo sedendosi lontano da bambini. Attenzione, bambini a bordo: così, più o meno, saranno avvertiti i viaggiatori al momento della propria prenotazione, potendo visualizzare a priori l’eventuale presenza di bimbi sui sedili vicini. La compagnia aerea dà infatti la possibilità, con un’icona a forma di testa di bimbo, di sapere dove esattamente saranno ubicati al momento del decollo (per evitare il tracollo mentale di quelli che scoprono di doversi fare un viaggio, magari lungo 13 ore, di fianco agli ultrasuoni di un cucciolo di delfino). Per poi decidere se scegliere di sedersi il più lontano possibile.

Nota dolente: la prenotazione può essere effettuata solo se il sedile del bimbo è già stato assegnato. Per intenderci: voi prenotate oggi un posto X lontano dai bambini già segnalati nel medesimo viaggio, ma se dopodomani la famiglia Y prenota per 4 scimmie urlatrici, nulla vieta che queste vi si possano piazzare a fianco. Nota ancora più dolente: per bimbo viene inteso il minore fino ai due anni. Purtroppo, il nostro sogno di veder aumentata la fascia d’età fino ai 16 dovrà attendere qualche altra compagnia aerea, magari italiana. Magari italiana e con già in mano il progetto. Magari già pronto ed effettivo da domani. TOGLIAMO MAGARI PER FAVORE.

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!