1 0

Nutella Biscuits VS Biscocrema Pan di Stelle: chi vince la sfida?

Non è Mahmood VS Ultimo, non è Sardine VS Salvini, non è Pamela Prati VS la sanità mentale. La sfida per eccellenza di questo emozionante (?) 2019 è stata senza alcun dubbio quella tra Ferrero e Barilla, che fregandosene altamente del nostro girovita e dei nostri esami del sangue hanno continuato a battibeccare mese dopo mese a colpi di nuove creme, nuove torte, nuovi snack e via dicendo. E così – incuranti delle facce contrariate del dottor Nowzaradan – dopo il clamoroso boom dei Nutella Biscuits ecco arrivare la controffensiva del marchio rivale: golosi, dietologi e dentisti dentro e fuori la circonvalla gioite, perché a gennaio (o forse prima a sorpresa? Chissà) entreranno in commercio i Biscocrema Pan di Stelle. Che sì, hanno un nome abbastanza tremendo, ma tanto li proverete lo stesso.

Ottimo, ma di che cosa si tratta per la precisione? Vediamo chi riesce a indovinare. Sì, il biscotto di base è un Pan di Stelle fatto a mini crostatina. Dal diametro di 4 centimetri circa, area 2 x 2 x 3 e 14, per intenderci. E sì, dentro c’è ovviamente la crema Pan di Stelle che tanto ha fatto furore tra gennaio e febbraio. Fin qui tutto prevedibile. La differenza rispetto ai competitor by Nutella sta nella copertura superiore, costituita da un medaglione di cioccolato con stellina bianca fatta di crema di latte condensata. Potere della glicemia alle stelle, vieni a me.

Chi vi scrive ha avuto la fortuna di poter assaggiare i Biscocrema in anteprima, e beh, buoni son buoni, ci mancherebbe. Anche se forse un medaglione di cioccolato su una crema che sa tanto di cioccolato, racchiusa in un biscotto al cioccolato è – come dire – una vaga overdose di cioccolato. Un ton sur ton che manco Luisa Spagnoli. Ma poco importa, sicuramente qualcuno apprezzerà, soprattutto se i Nutella Biscuits continueranno a latitare sugli scaffali del supermercato come sta accadendo in questi giorni. Attenzione però al prezzo, che potrebbe verosimilmente far gridare un Figa! corale: a quanto pare la confezione da 12 Biscocrema sarà venduta a 2,99 euro. Vabbeh, 3 euro, 25 centesimi a biscotto. Che sì, son sempre monetine, ma mica stiamo parlando dei biscotti di Iginio Massari, eh.

Resta dunque un’ultima domanda da porsi: chi vince la fatidica prova dell’assaggio tra i Nutella Biscuits e i Biscocrema Pan di Stelle? I Baiocchi, che continueranno a essere i miei preferiti per tutta la vita.

Articolo scritto da Leonardo da Princi

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!