2 0

Un’azienda inglese ha inventato il cenone di Natale in scatola

Ok, non si tratta esattamente di una novità – il Christmas Tinner è stato inventato nel 2013 – ma di sicuro per qualcuno potrebbe rappresentare la soluzione a tutti i problemi (natalizi), perché nonostante vi atteggiate da Massimo Bottura de noaltri, l’ansia da prestazione ce l’avete anche voi, e il re Giargiana delle feste natalizie – ossia il cenone di Natale in scatola che vi presentiamo qui – potrebbe salvarvi il culo.

Ideato da Game (una catena inglese di negozi di videogiochi) allo scopo di trattenere i giocatori alle loro postazioni e di evitare che venissero distolti dai preparativi del cenone natalizio, il Christmas Tinner è un concentrato dei piatti tipici della ricorrenza (inglesi eh, non aspettatevi i ravioli in brodo di cappone di vostra nonna).

Il cenone di Natale in scatola, del quale esistono due interessanti varianti – una vegetariana e, da questo 2019, anche vegana – è composto da ben 9 strati: 2200 calorie suddivise tra uova strapazzate con bacon, due torte di carne tritata, il tacchino con patate – punto forte del menù – sugo, due salse – una di pane, l’altra di mirtilli – gli immancabili cavoletti di Bruxelles (o, in alternativa, broccoli) ripieni e un contorno di carote e pastinache. E il dessert non ce lo metti? Un irresistibile budino natalizio.

La bella notizia è che, oltre a evitarvi qualsiasi sbatti, l’intero cenone di Natale costa poco meno di 2 sterline. La cattiva è che per acquistarlo dovreste fare un volo in Inghilterra (lo vendono solo lì). Che poi, ma chi lo vuole?

Articolo scritto da Roberta Favazzo

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!