1 0

Nuovo Codice della Strada: multe fino a 1700 euro per telefono alla guida. Tutte le novità che potrebbero entrare in vigore

Uno dei dettami intrinsechi nell’Imbruttito – che ormai conoscerete a menadito – è che il tempo è denaro e come tale non va sprecato. Peccato che nel tragitto casa-lavoro e lavoro-casa ci sia sempre qualche Giargiana alla guida che percorre le vie della città con una velocità costante di 30 km/h. Nessun malore al volante: stanno semplicemente messaggiando, parlando al telefono, likando le foto su Instagram. Sì, vi vediamo e vi malediciamo, voi e i vostri smartphone di merda.

Oltre a creare un eventuale danno a sé stessi, questi esemplari di homo sapiens possono dare origini a incidenti, coinvolgendo gli altri automobilisti. Grazie al cielo, le cose stanno per cambiare nel favoloso mondo del Codice della Strada.

La Camera infatti, alla luce dei recenti avvenimenti di cronaca, dovrà esaminare e votare una serie di interventi atti a dare un taglio alla drammatica situazione stradale italiana. Il testo è ancora una bozza e al suo interno ce n’è per tutti: automobilisti, pedoni, ciclisti.

L’uso del cellulare verrà sanzionato duramente, così come l’alta velocità: principali cause di sinistri e decessi. Tra i provvedimenti inerenti la sicurezza stradale, come riportato da La Stampa, è previsto un inasprimento delle multe per chi guida con lo smartphone. Si parla di sanzioni da 422 a 1697 euro e sospensione della patente fino a tre mesi, in caso di recidiva.

Non solo. Dal 2024 si intende portare a 1,5 metri la distanza di sicurezza laterale necessaria al sorpasso di un ciclista; rendere obbligatorio l’uso delle cinture di sicurezza per gli scuolabus. Legato all’argomento, il testo prevederebbe l’introduzione da parte dei Comuni di Zone scolastiche, in cui la velocità potrà essere limitata a 30 KM/h, almeno durante gli orari di ingresso e uscita dalle scuole.

Per i pedoni, d’altro canto, si studierà qualche norma che li costringa ad attraversare con il verde e non quando pare e piace a loro. Sempre per questi ultimi si parla di attraversamenti pedonali rialzati ad altezza marciapiede, oppure, bande sonore per inibire la velocità su strada.

È stata bocciata – per la gioia degli Svizzeri – la proposta della Lega di spostare il limite di velocità nelle autostrade a 3 corsie da 130 a 150 km/h. Poi bhé, come ammonisce Sergio Battelli (M5s): «Qualsiasi legge sarà inefficace se ciascuno di noi non recupererà senso di responsabilità e senso del limite quando si mette alla guida. Facciamo attenzione. Lo dobbiamo alla nostra vita e a quella degli altri».

Credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!