6 0

Oh cazzo, non ho sentito la sveglia: tutti gli sgami per sopravvivere di “prima” mattina (e diventare gli eroi dell’ufficio)

Ah, che bello svegliarsi al mattino avvolti nel tepore delle lenzuola e dai raggi del sole che inondano la stanza. Dal cinguettio degli uccellini e da quella piacevole sensazione di sentirsi più riposati e ricaricati del solito. Che strano! E pensare che ieri sera sei rientrato alle due, praticamente strisciando, dopo aver bevuto un imprecisato numero di gin-tonic. O erano vodka-tonic?

Poco importa. Oggi è una bellissima giornata! O meglio…lo era prima che scoprissi che sono le 9.37 e avresti dovuto essere in ufficio almeno mezz’ora fa.

(seguono bestemmie e imprecazioni libere che qui non possiamo pubblicare).

Ed è proprio in quel preciso momento che ti passano davanti agli occhi carriera, promozione di Natale, riunione che inizia da lì a venti minuti e la faccia della tua nuova capa arrivata proprio due giorni fa.

Fingere di essere morti? Potrebbe essere una soluzione. Ma prima di chiamare Taffo, ecco alcune vie più percorribili che faranno di te l’eroe della giornata in ufficio.

Fingere di aver avuto una call d’emergenza

Semplice: arriva in ufficio dichiarando – fiero – di essere riuscito a risolvere una vera emergenza. Fino a poco prima eri chiuso in una stanza con il cliente. Per simulare verosimiglianza, presentati con il pc tra le mani o un taccuino con qualche appunto scarabocchiato. E quando ti chiederanno maggiori informazioni, buttati subito in un altro finto meeting.

Un nuovo sciopero ATM annunciato in diretta

Che settimana sarebbe senza uno sciopero dei mezzi a Milano? Quando arriverai in ufficio trafelato e ti dichiarerai sorpreso anche tu di questo sciopero improvviso, i tuoi colleghi ti ringrazieranno. Perché potranno usarla anche loro come scusa per uscire prima.

Dichiarare di essere stato alla ricerca dell’ultimo pacco di Nutella Biscuits da portare in ufficio

Ricorda che quando ti presenti al lavoro con del cibo, tutto viene perdonato. E il teorema dei colleghi morti di fame sostiene che più la qualità (e la quantità) di quel cibo sarà alta, maggiori saranno le colpe che ti verranno abbonate. Quindi immagina cosa vuol dire oggi presentarsi con un pacco di Nutella biscuits (ammesso che tu riesca a trovarne uno).

Chiamare il capo con lo sciacquone in sottofondo

L’emergenza in casa è un classico tra le scuse per non presentarsi al lavoro. Ma è importante farlo bene, da veri professionisti. Quindi ricordati di chiamare il tuo capo mentre sei lì che ti dedichi alla prima minzione mattutina. Tira lo sciacquone e metti in campo le tue migliori doti attoriali.

Prendere il primo volo solo andata per le Hawaii

Fa freddo, sei stressato, il tuo lavoro fa schifo, mercurio è retrogrado. Prendi questa occasione per dare una svolta alla tua vita e coronare finalmente il sogno di aprire un chiringuito a Cuba.

Articolo scritto da Maurizio Binetti

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!