9 0

Prende il “Viagra” per tori e finisce in ospedale dopo un’erezione durata 3 giorni

Un incontro amoroso finito male, quello di un uomo residente a Veracruz, in Messico. Il protagonista di questa vicenda è infatti finito in ospedale a causa di un’erezione durata la bellezza di 3 giorni.

No, non parliamo di un uomo dalle capacità straordinarie, ma solo di un errore di valutazione. Perché prima del suo incontro piccante, il soggetto in questione ha deciso di prendere un “Viagra” per tori che lo ha fatto finire direttamente in ospedale.

Secondo quanto riportato dai sanitari che si sono occupati del suo caso, il farmaco, simile appunto al celebre Viagra, viene usato dagli agricoltori per sollecitare i tori a inseminare le mucche.

I tori, appunto, non gli esseri umani. E così al terzo giorno di erezione, l’uomo non ha potuto far altro che recarsi al pronto soccorso di Reynosa, dove ha subìto un intervento chirurgico di emergenza.

Non è la prima volta che qualcuno ha idee così geniali. Solo per fare un esempio, tempo fa un cantante Jazz di Swansea, Danny Polaris, ha avuto un’erezione durata la bellezza di due settimane dopo aver preso il Viagra insieme a un altro potenziatore dell’erezione.

A quando un Viagra per il cervello?

Articolo scritto da Francesca Solazzo

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!