0 0

Preparatevi, l’estate 2020 potrebbe essere la più calda degli ultimi 100 anni

Dai, cominciamo la giornata con una bella notizia: quest’estate moriremo di caldo come mai prima d’ora. Se negli ultimi anni avete fatto pensieri del tipo: “Non ci sono più le mezze stagioni”, “Questo inverno è stato troppo mite”, “Questo agosto è stato troppo piovoso”, “Questo giugno troppo afoso”, sappiate che il peggio deve ancora venire. Ad affermarlo è l’autorevole Centro Metereologico Europeo di Reading, che ci informa del fatto che l’estate 2020 potrebbe essere la più calda degli ultimi cento anni.

Pare infatti che giugno e luglio saranno dominati da caldo e afa e che le temperature supereranno anche quelle dell’estate 2003, che fino ad ora si poteva considerare la più calda dell’ultimo secolo. Il merito va all’anticiclone proveniente dal Nord Africa che colpirà Europa e Italia proprio nel periodo estivo, concedendo un po’ di fresco soltanto ad agosto. Le prime tendenze stagionali disponibili, infatti, mostrano anomalie termiche positive anche di +1,5 gradi centigradi per i mesi di giugno-luglio. Bene ma non benissimo.

I siti meteorologici mettono poi in guardia sui fenomeni estremi che potrebbero alternarsi al rovente anticiclone africano: trombe d’aria, grandinate e bombe d’acqua degne di un film apocalittico con Vin Diesel. Nulla è ancora confermato, sia chiaro, ma gli esperti hanno il sospetto che quella che si prospetta sarà davvero un’estate da record.

Se non avete ancora prenotato le vacanze estive, nel dubbio vi diamo un suggerimento: pare che l’Alaska sia molto bella.

Articolo scritto da Wendy Migliaccio

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!