1 0

Dalla più lunga alla più stretta, tutti i record delle vie milanesi

No, non stiamo giocando a Monopoli. Se stavate già pensando di costruire il vostro impero su parco della Vittoria ridimensionatevi: la serie di nomi di vie, vicoli e stradine nella quale state per imbattervi non ha nulla a che vedere con il famoso gioco di società.

Siete curiosi di sapere qualcosa in più sulle strade che, ogni giorno, vi vedono protagonisti tra un tram perso e un incidente schivato?

Bene, iniziamo. La strada con il maggior numero di abitanti in città – 10.191, per la precisione –  è Via Padova, che vanta ben 228 numeri civici. A seguire, tanto per non andare lontano, c’è l’arteria viale Monza, che ne ospita 8790. Il terzo posto ci costringe ad allontanarci in via Costantino Baroni al Gratosoglio: solo 7.057 i residenti qui. A seguire via Giambellino e via Forze Armate.

Altra classifica, altre strade. Passiamo al primato in fatto di numeri civici. A sto giro al primo posto si classifica Viale Monza con i suoi 232 citofoni prendendosi una bella rivincita su via Padova. Il terzo gradino del podio spetta a Costantino Baroni con 222. Seguono Ripamonti (nella quale inciamperemo nuovamente a breve) con 206 e viale Certosa con 198.

Le curiosità continuano, non vi distraete: la via più lunga di Milano – più di 9 km – porta dalla circonvallazione ai caselli della Milano-Genova (uscendo, di fatto, dai limiti del comune). Dopo via del Mare torniamo in città, dove vi rimaniamo con la più lunga strada interamente cittadina: stiamo parlando di via Novara con i suoi (quasi) otto chilometri di lunghezza. Seguono via Ripamonti con 7.815 metri, via Baroni – 6.066 – e i 5.957 di via Palmanova.

A questo punto vi starete chiedendo (o anche no) quali siano le strade più brevi: eccovi accontentati. Con i suoi 30 metri di lunghezza – tanto da fare invidia a Vicolo Corto che, nell’immaginario collettivo non deve essere poi molto più lungo – si piazza al primo posto vicolo Piero Manzoni, che batte la seconda classificata – la galleria Ciro Fontana – per soli 0,1 metri. Seguono il passaggio Scuole Palatine e via della Asole. Altra curiosità sulle strade milanesi riguarda via Bagnera – che si trova in zona via Torino – e via Strabone, le più strette della città. Ancora, tra le strade che si distinguono per densità di abitazione ci sono via San Giovanni alla Paglia con i suoi 13 abitanti ogni metro di strada, via Strehler e via don Francesco Della Torre.

Le più trafficate, infine, probabilmente sono quelle sulle quali passate le vostre 226 ore di coda annuali (tante sarebbero, secondo la Global card scorecard di Inrix, quelle che vi spettano) tra un’imprecazione e l’altra. A quanto emerso dalla graduatoria del TomTom Traffic Index (relativamente al 2018) sarebbero corso XXII Marzo, viale Regina Margherita, viale Bianca Maria, via Andrea Solari, viale Corsica e viale Luigi Majno.

Articolo scritto da Roberta Favazzo

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!