6 0

Gli AforisMI Imbruttiti: nuove “pillole” di saggezza meneghina

Corre l’anno 2030… il cielo quasi non si vede più, si esce con la maschera antigas, sull’autobus, c’è la business class, e per entrare in chiesa (uhuu), ci vuole il pass. Così cantavano gli Articolo 31 nel lontano 1996.

Nel 2020, con ben dieci anni di anticipo, non è che la realtà appaia poi tanto diversa da quella prospettata dalla fantasia di J-Ax e DJ Jad.

Dobbiamo però tenere la barra dritta e ricordarci sempre quello che siamo. Proprio per questo abbiamo continuato a selezionare dall’universo mondo gli aforismi più Imbruttiti sulla città di Milano. Testi di canzoni, citazioni di personaggi di spettacolo, scrittori, poeti, sportivi e chi più ne ha più ne metta.

Per aiutarci a vivere il presente e, per quanto possibile, a immaginare il futuro.

10_O mia bela Madunina

Si vegni senza paura, num ve slongaremm la man
tucc el mond a l’è paes e semm d’accord
ma Milan, l’è on gran Milan!
(Canzone popolare)

Ne ha viste di tutti i colori, ma lei è sempre lassù tuta d’ora e piscinina a dominare Milano. Di questi tempi, magari non offendetevi se la mano ve la tenderemo solo con il pensiero e dopo useremo comunque qualche goccia di Amuchina.

9_Automotivazione

Poco più che adolescente lasciai il Sudafrica per lavorare a Milano, come modella. All’epoca non avevo nulla, se non una piccola frase preziosa che mi aveva insegnato mia madre: “Qualsiasi cosa accada, pensa che potrai sopportarlo, superarlo, quindi scegliere ciò che vuoi davvero” (Charlize Theron)

Di strada, l’attrice sudafricana, ne ha fatta. Vogliamo credere che il periodo milanese abbia contribuito in modo fondamentale alla creazione di una star. Quindi per arrivare in alto, pedalare…

8_Sincero

La vita a Milano ti spinge a migliorarti (Bugo)

Non sarà un’affascinante attrice del jet set hollywoodiano, ma solo uno nato a Rho che voleva cantare le canzoni inglesi per non farsi capire. Però ha ragione da vendere pure lui. Chissà cosa ne pensa Morgan…

7_Sempre sul pezzo

Se vuoi andare a 100 all’ora devi stare a Milano (Dino Meneghin)

Non solo nel basket come il campionissimo Meneghin, ma in tutto ciò che facciamo…

6_Aria

A Milano spalancano le finestre per cambiare aria alla città (Pino Caruso)

Pino Caruso forse parlava in senso metaforico. Noi Imbruttiti invece pensiamo subito alle centraline dell’Arpa, al PM10 e all’Area B.

5_La primavera milanese

È incredibile come Milano, certe volte, sappia diventare bella a primavera! (Luciano De Crescenzo)

Dai che manca poco alla bella stagione che ci farà risplendere. Non vediamo l’ora.

4_Sentimenti

E Milano sembra che sia lì
a abbracciarsi quei due
che non sapranno più parlarsi,
solo sfiorarsi in un momento vago e via
(Francesco Guccini)

La frase è presa da Samantha, una canzone del 1993. Testo che parla da sé.

3_Fatturare pensando al futuro

I milanesi sono produttivi, con una profonda visione etica del lavoro, un forte senso della giustizia sociale, della trasmissione del benessere alle generazioni future e con un rispetto totale della civiltà, dei diritti, della tolleranza e della solidarietà (Umberto Veronesi)

Non scordiamoci mai le parole di un grande medico.

2_Milanesità

Sono russa, ma vivendo qui ho capito appieno la milanesità fatta di gentilezze silenziose e concrete. C’è una gran voglia di aiutare gli altri. Parlo in base alle mie esperienze. A Parigi o a Londra quando chiedi fanno finta di non capirti (Natasha Stefanenko)

Nella vita di tutti i giorni non scordiamoci mai le gentilezze silenziose e concrete. Non solo nei confronti delle belle fanciulle.

1_TOP di gamma

Milano non trova scuse, Milano risolve (Tom Gore)

Potremmo proclamarlo l’aforisma definitivo! Per questa chicca dobbiamo ringraziare il grande…..figa, ma chi cacchio è Tom Gore?

Photo by Gregory Smirnov on Unsplash

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!