2 0

Quarantena non ti temo: cinque idee per passare il tempo a casa e non annoiarsi

Ok dai, lo abbiamo capito. Dobbiamo stare a casa. Questa emergenza è una cosa seria e per tutelare noi stessi e gli altri è meglio evitare al minimo le uscite. Ora, capisco che l’idea di chiudersi in casa per un tempo ancora imprecisato non sia particolarmente entusiasmante, ma se proviamo a spostare un po’ il punto di vista ci accorgeremo che questa quarantena potrebbe essere anche un’opportunità. Quante volte, nel corso dell’anno, ci siamo detti: “Cavolo, non ho ancora avuto il tempo di…” oppure “Non ho mai il tempo per…”, o magari “Non ho mai un attimo per fare…”. Quante volte? Secondo me spesso. Il lavoro, la famiglia, gli appuntamenti, il lavoro di nuovo… insomma la vita di noi Imbruttiti è frenetica e ci piace così. Ecco allora una lista di cinque cose da fare in questi giorni passati tra le quattro mura. Ah, tralascerò naturalmente le classiche attività quali dormire, guardare film e serie tv, leggere libri, fare ginnastica e cazzeggiare al pc. Tanto quello lo fate già, no?

Aperitivo a distanza

Imbruttiti, quando il gioco si fa duro… insomma, lo sapete. Chi l’ha detto che non possiamo più fare l’aperitivo? Il Governo ha detto “non uscite a fare l’aperitivo”, non che non possiamo farlo in assoluto. E allora sistemiamoci, chiamiamo a raccolta i nostri amici e diamoci appuntamento su Skype, o su Whatsapp. Dove volete, basta videochiamarsi. Non una cosa al volo, mi raccomando. Mettetevi comodi, versatevi un bicchiere di vino, una coca o un succhino, sistemate due patatine sul tavolo e fate partire una video chiamata di gruppo tra amici. Ognuno a casa propria, con il proprio bicchiere, eppure vicini. Può essere una experience interessante, magari da ripetere anche quando questa emergenza sarà passata, in quelle sere che proprio non avremo voglia di uscire.

Sistemare e aggiustare

Non esiste una casa in cui non ci sia qualcosa da fare, dai. Non posso credere che non abbiate rimandato qualche incombenza con la scusa del domani lo faccio, adesso non riesco. Che si tratti di appendere uno specchio, aggiustare l’anta dell’armadio o mettere in ordine quel cassetto troppo in disordine, oggi che la quarantena ci costringe a casa non abbiamo più scuse per rimandare. Approfittatene per sistemare, aggiustare, riordinare, riorganizzare ciò che avevate in programma da settimane: oltre a far passare il tempo, vi farà sicuramente sentire meglio con voi stessi.

Upgrade

Oltre ai piccoli lavoretti di casa, una delle attività che rimandiamo più spesso ci riguarda a livello molto personale. Ci piacerebbe da tempo migliorare il nostro inglese, imparare a fare yoga, perfezionare l’uso di Photoshop, frequentare un corso che possa, perché no, farci fare uno step lavorativo. Bene, è arrivato il momento. Fortunatamente il web è pieno di tutto, compresi tutorial e corsi online (a pagamento e gratuiti). Non lasciamoci impigrire dalla noia e approfittiamo di questo tempo dilatato per aggiornarci. Gli imbruttiti non stanno fermi nemmeno seduti sul divano.

Coccolarsi

Cosa fare in quarantena? Rilassarsi. Lo so, sembra una grande ovvietà, da un certo punto di vista ci stiamo riposando fin troppo. Il mio consiglio, però, è quello di approfittare di questi giorni per prenderci cura di noi come non lo abbiamo mai fatto. Il lavoro, lo stress e gli appuntamenti quotidiani ci lasciano poco spazio per dedicarci una coccola. O più di una. Ora abbiamo tutto il tempo che vogliamo e possiamo organizzare una piccola spa casalinga che ci rimetta in sesto e ci faccia tornare alla normalità (quando l’emergenza sarà finita) più splendidi e rilassati che mai. Prendetevi del tempo per voi stessi e per il vostro corpo, tanto sono certa che in casa avete già tutto quello che vi serve. Fatevi una maschera ai capelli, che magari con l’inverno e lo stress si sono un po’ sciupati. Un bello scrub su tutto il corpo e tanta crema. Manicure e pedicure fatte con lentezza e attenzione. Un’accurata pulizia del viso. Se poi siete in coppia, scambiarvi reciprocamente queste coccole sarà ancora più piacevole: potreste anche farvi un massaggio a testa, perché no?

Dare un contributo

E dopo aver pensato un po’ a noi stessi, perché non pensare anche agli altri? Non è necessario essere un vip per aiutare o intrattenere chi ci sta lontano. Se siete molto social, potreste pensare a qualche idea per fare compagnia ai vostri amici/follower. L’idea in questione, naturalmente, dipende da voi: dalle vostre passioni, dal vostro lavoro, dalle vostre capacità. Potreste scrivere un piccolo diario della quarantena su Facebook: se siete particolarmente simpatici potrebbe essere un buon modo per divertire i vostri contatti sul social. O perché non fare piccoli tutorial su Instagram? Brevi corsi di inglese, ricette, domande e risposte legate alla vostra professione. Se invece non siete social, potete comunque trovare il modo per dare una mano a qualcuno. Magari avete un genitore o una nonna lontani e soli: videochiamateli e passate un po’ di tempo con loro. O magari, che ne so, iniziate a fare telefonate a caso per trovare qualcuno che magari apprezzerà la sorpresa e avrà voglia di chiacchierare.

Insomma, queste sono solo cinque idee, ma di possibilità per trascorrere del tempo di qualità pur restando a casa ce ne sono tante. Perché Imbruttiti sì, ma abbrutiti no.

Articolo scritto da Wendy Migliaccio

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!