6 0

A Milano c’è chi mette le proprie case in affitto gratis per i medici

La solidarietà milanese aumenta di pari passo con l’evoluzione dell’emergenza Covid-19, e si diversifica anche, coinvolgendo pian piano tutti quei settori che ritengono di poter dare un contributo generoso – nell’estrema difficoltà del momento – alla società e a chi è in campo in prima linea per combattere questa guerra contro il Coronavirus.

L’ultimo gesto di sostegno arriva da parte di The Best Rent, società che si occupa di locazioni a breve e medio termine, che ha lanciato l’hashtag #iocimettolacasa (parafrasando l’ormai noto #iorestoacasa, utilizzato per spingere tutti i cittadini a uscire il meno possibile dalle proprie abitazioni per limitare al massimo la diffusione del virus) attraverso cui si impegna a mettere a disposizione appartamenti in città, a titolo gratuito, per medici e infermieri che in questo momento lavorano negli ospedali e nelle strutture sanitarie della zona.

“Lo spirito di solidarietà dimostrato dai proprietari delle case gestite da The Best Rent ha spinto la società milanese ad attivarsi con i suoi partner per mettere a disposizione gli immobili, a titolo gratuito, per il personale medico e infermieristico chiamato a Milano a causa dell’emergenza Covid-19″, comunica l’azienda, che spiega anche che le richieste arrivano sia da medici e infermieri che pur avendo amici in grado di ospitarli a Milano preferiscono tutelarli e usufruire di altri alloggi, sia da alcuni che vivono a Milano ma scelgono di alloggiare da soli per proteggere le persone con cui condividono abitualmente il domicilio, specialmente quelle più a rischio.

“Sono già decine i proprietari che hanno deciso di aderire all’iniziativa, ciascuno con i propri mezzi e le proprie disponibilità, coinvolgendo tutti gli appartamenti attualmente disponibili”, dichiara Cristiano Berti, Ceo e fondatore di The Best Rent.

L’iniziativa è accolta e supportata anche da Alter-Area Domus, azienda che si occuperà gratuitamente delle pulizie delle abitazioni.

Purtroppo, in una situazione come quella attuale, alle iniziative positive si accompagnano, all’opposto, anche episodi meno edificanti. È dei giorni scorsi una notizia riportata da Il Giorno che racconta di una giovane infermiera milanese che, avendo deciso di trovarsi per qualche tempo un appartamento in modo da non mettere a rischio i genitori e i tre fratelli, si è sentita rispondere in questo modo da chi avrebbe dovuto affittarle casa: “Scusi ma lavora in un reparto con pazienti Covid-19 e non ce la sentiamo di lasciarle in affitto l’appartamento”.

Per fortuna si tratta di casi isolati che trovano una giustificazione nel panico generale del momento che stiamo vivendo e che porta, come effetto collaterale, anche un fortissimo istinto d’autosalvaguardia. Nonostante questi piccoli ostacoli, infatti, i progetti solidali prevalgono grazie al proverbiale coeur in man di Milano, e così #iocimettolacasa sarà attivo fino al 3 aprile, con la possibilità di un’ulteriore proroga in caso l’emergenza dovesse continuare.

Medici e personale paramedico possono fare richiesta per gli alloggi contattando il numero 0236683400, oppure scrivendo a booking@thebestrent.it, allegando una certificazione rilasciata dall’ospedale.

Articolo scritto da Maria Teresa Falqui

Commenti Facebook

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!