4 0

Arriva Bottega Miscusi, la consegna a domicilio di paste fresche e sughi del celebre brand. E la quarantena è salva!

Ok, va bene che questa quarantena sta tirando fuori lo chef stellato che
è in noi e che pur di ritardare il momento della spesa ci inventiamo soluzioni a base di pane secco e Girelle, però non dimentichiamoci che farsi recapitare prodotti a domicilio rimane una validissima opzione, anche per dare un po’ di tregua alle nostre papille gustative. Questo per almeno tre ragioni: meno sbatti in cucina; piatti più elevati dell’ennesima pasta col tonno preparata ad minchiam; infine, in una fase in cui non è possibile uscire e andare al ristorante, regalarci prodotti di qualità per una cena speciale è quanto di più simile a una serata fuori ci sia. Del resto dobbiamo pur evadere dall’ennesima videochiamata con le amiche del liceo/ la prozia/ i cugini di terzo grado e trovare il modo di variare un po’ la quotidiana routine della quarantena.

Si può ordinare di tutto, lo sappiamo. E le consegne a domicilio – ve lo ricordiamo – si possono effettuare in piena sicurezza. Ma qual è il piatto al quale noi italiani non possiamo rinunciare? Dai… è facile. Esatto, bravi. Ci siete arrivati subito: la pasta. Se fresca, meglio ancora. Se c’è pure un bel sughettino per concludere il pasto con una sana scarpetta allora ciao proprio. Ecco allora servito il consiglio per svoltare pranzi e cene: ordinare la pasta fresca e i condimenti da Miscusi. Una realtà ben nota a Milano, che ultimamente si è distinta anche per aver inviato, insieme ad altri ristoranti, pasti pronti agli Ospedali milanesi impegnati ad affrontare l’emergenza Coronavirus, per allietare infermieri e medici. Miscusi vanta a Milano ben cinque ristoranti (Cadorna, Colonne, Stazione Centrale, Isola, Cinque Giornate) chiusi – ahimè come tutti – a causa dell’ormai noto e infamissimo virus. Adesso però anche loro si sono attrezzati e la pasta fresca hanno deciso di portarvela a casa, per salvarvi dall’ennesimo raviolo pronto in due minuti. La pasta si può ordinare a domicilio insieme a uno o più condimenti, in piena tranquillità, grazie alle misure di sicurezza messe in atto da chi preparerà e consegnerà i prodotti.

È possibile farlo direttamente sul sito, nella sezione Bottega: qui troverete combinazioni consigliate da Miscusi o singoli prodotti. Sono disponibili 3 diverse trafile di pasta fresca (trofie, paccheri, spaghettoni) e 7 diversi condimenti (carbonara, cacio e pepe, gricia, pesto alla genovese, pesto mediterraneo, crema di noci e ragù) per fare felici pure i Giargiana rimasti a Milano. L’ordine minimo è di 9 euro, che corrisponde a un pacco di pasta e 2 condimenti, che è poi la dose perfetta per 3 persone (ma se siete in due e avanza qualcosa per la sera o per il giorno dopo non è peccato). Naturalmente è possibile acquistare tutto ciò che si desidera. I prezzi fanno gola: i condimenti costano 3,50 l’uno mentre le trafile di pasta fresca 2 euro. In sostanza si mangia bene spendendo una cazzata. Da segnare: la consegna viene effettuata entro due giorni successivi al ricevimento dell’ordine.

Ah, se siete tra quelli che non si accontentano e vogliono assaggiare tutto, potete scegliere la soluzione completa con tutte le trafile e i condimenti, così avrete in aggiunta anche un vasetto regalato da Miscusi e la spedizione gratuita. In più, al momento del lancio, viene incluso in ciascun ordine un pacco di semola di grano duro, per incoraggiare i clienti a passare il tempo di questa noiosa quarantena smanettando un po’ con la pasta fresca. E se non sapete da che parte cominciare, sappiate che su Instagram (@miscusi.family) e su Facebook verranno caricati ogni giorno video delle mamme pastaie e qualche trucco del mestiere per cucinare a casa una pasta fresca degna di questo nome.

Siete pronti a diventare dei pro?

Articolo scritto in collaborazione con Miscusi

Commenti Facebook

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!