5 0

Quarantena di miele: la storia della coppia in viaggio di nozze rimasta bloccata alle Maldive

Tutti noi stiamo trascorrendo la quarantena chiusi in casa, protetti ma anche soffocati dalle quattro mura. Ci sono fortunati che godono di un terrazzo che consente loro, almeno, di prendere un po’ di sole. Ancora più fortunati, diciamocelo, quelli col giardino, che possono trascorrere ore all’aria aperta senza doversi inventare scuse assurde o andare tre volte al giorno al supermercato. Ah, e poi c’è chi sta trascorrendo la quarantena in un resort alle Maldive. Si tratta di Olivia e Raul De Freitas, una coppia di neosposini sudafricani di 27 e 28 anni. Lei insegnante, lui macellaio, si sono sposati qualche settimana fa in Sudafrica e sono partiti subito per il viaggio di nozze in un resort di lusso alle Maldive.

Peccato che, poco dopo, buona parte del mondo ha chiuso baracca e burattini a causa dell’emergenza Coronavirus e i due neosposi sono stati costretti a restare nel resort più di quanto avessero programmato. I due fortunelli sono ancora lì, tra sole e mare cristallino, in attesa di scoprire quando potranno tornare in Sudafrica. Ma avranno davvero voglia di andarsene da quel paradiso terrestre?

I due hanno raccontato al New York Times che, prima di partire, avevano valutato la possibilità di rimandare la luna di miele a causa dell’emergenza che stava diventando sempre più seria. L’agenzia viaggi con cui hanno organizzato la vacanza, però, li aveva rassicurati in merito al fatto che, qualsiasi cosa fosse successa, avrebbero comunque potuto fare ritorno in Sudafrica. Sì, come no. Quando è esplosa la pandemia, i De Freitas hanno realizzato che non sarebbe stato possibile andarsene. Già, perché non essendoci un volo diretto Maldive-Sudafrica, avrebbero rischiato di rimanere bloccati in aeroporto tipo Tom Hanks in The Terminal. Non benissimo.

Poco male dai, alla fine i due sono rimasti gli unici clienti dello splendido Cinnamon Velifushi Maldives, un resort super lusso disposto su un’intera isola. La camera e tutti i servizi costano 700 euro al giorno. I due sposini, non trovando altre possibili soluzioni, hanno deciso allora di restare lì, coccolati dal personale del resort che ha lavorato solo per loro. Tutto a spese dei due innamorati, ma con uno sconto notevole. E così, tra cene a lume di candela sulla spiaggia, immersioni e tintarelle, i De Freitas si sono goduti questa quarantena atipica ma non poi così pesante. Alla fine, però, è arrivata la svolta: il 5 aprile l’ambasciata ha spostato la coppia in un altro resort, sempre pazzesco, dove si trovano una ventina di connazionali nella stessa situazione. Il tutto pagato, in parte, dal governo maldiviano. E così i De Freitas sono ancora lì a ciondolare tra mare e spiaggia candida, in attesa di sapere che ne sarà di loro. Chi farebbe cambio?

Articolo scritto da Wendy Migliaccio

Commenti Facebook

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!