0 0

Supera un posto di blocco fingendosi infermiere e poi si vanta sui social: denunciato

Arriva da Turbigo, in provincia di Milano, l’ennesima notizia di cronaca che ha come protagonista uno dei geniacci che in questo periodo pensano di essere tanto più furbi degli altri.

A dirla tutta, l’uomo protagonista della vicenda che vi raccontiamo oggi ci era quasi riuscito a farla franca. Peccato che alla fine sia scivolato su una buccia di banana.

Dopo esser stato fermato a un posto di blocco, l’uomo ha dichiarato di essere un infermiere di ritorno da 20 ore di turno in ospedale. I Carabinieri lo hanno lasciato andare senza fare troppe domande, ringraziandolo anche per il lavoro svolto.

Peccato che il furbone abbia deciso di vantarsi di quanto accaduto – come se fosse qualcosa di cui vantarsi – in un video pubblicato sui social.

“Mi hanno appena fermato qui in piazza, a Turbigo, era un posto di blocco dei Carabinieri. Oltretutto ho anche bevuto. Ho tirato fuori l’asso nella manica. Ho abbassato il finestrino e mi hanno detto ‘Dove sta andando?’, e io ho fatto così, ho detto ‘Sono appena tornato da un turno di lavoro di 20 ore in ospedale, sono un infermiere’. Mi hanno guardato, mi hanno fatto il saluto militare e mi hanno detto ‘Vada, vada pure e grazie per quello che fa per questa nazione. Lei è un grande”

Con queste parole l’uomo ha raccontato sogghignando la sua grande impresa. Oltre alla pessima figura che ha fatto con tutti gli utenti di internet,  il furbetto si è anche beccato una bella denuncia. I Carabinieri infatti sono riusciti a rintracciarlo grazie a una soffiata e lo hanno sanzionato e denunciato.

Qui il video pubblicato da LaStampa.

Articolo scritto da Francesca Solazzo

Commenti Facebook

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!