13 0

Palate di stile: ecco le mascherine del Milanese Imbruttito, finalmente disponibili online

Ok, cerchiamo di essere sinceri: durante la Fase 1 dell’emergenza anche l’Imbruttito più Imbruttito che ci sia ha lasciato perdere la camicia bianca d’ordinanza, cogliendo l’imperdibile opportunità di fatturare in tuta grazie all’assist dello smart working. Non lo ammetterà mai, ma è andata così. Poiché però quelle anomale settimane di isolamento totale, grazie al cielo, ce le siamo tolte dai coglioni, è bene iniziare a meditare per benino sull’outfit più adatto per entrare nella fase 2 con il piglio di un imprenditore brianzolo nella hall di un 5 stelle di Cortina: quindi sì al caro vecchio orologione, sì assoluto all’abito blu scuro, ma un sì gigantesco anche alla mascherina. Già, ma quale? Quella del Milanese Imbruttito, of course.

L’eleganza di un frequentatore di aperitivi in Duomo, l’ironia di un giaguaro del fatturato e la consapevolezza di uno che oh, non ha proprio sbatti di altre quarantene, sono ora racchiuse in un unico accessorio dallo stile top. In cotone certificato oeko tek, lavabile in lavatrice a 30° e progettato per le principali esigenze sociali che un autentico Imbruttito potrebbe verosimilmente avere nelle prossime settimane: ocio dunque, non è un dispositivo medico, ma va benissimo per spostarsi nella city, fare la spesa al super e riconquistare il trono del king of the office ricordando ai colleghi giargiana chi è che comanda. Le mascherine in questione – per ora disponibili online e chissà, magari presto anche da qualche altra parte, riaperture permettendo – sono prodotte da Unconventional Uniforms e sono proposte in due versioni: quella da top player, venduta in pacchi da 5 a 29,90 euro; e quella per il nano, che comprende 3 mascherine a 19.90 euro. Realizzate nell’impeccabile colore black – ma entro l’estate arriverà anche un freschissimo white -, esibiscono orgogliosamente alcuni dei comandamenti base della filosofia Imbruttita, tra cui Mollami, Proud to be Imbruttito e il quantomai attuale Sta sü de doss. Ultima cosa: chi deciderà di strisciare la carta e portare a casa queste mascherine da top di gamma aiuterà anche la Caritas, a cui andrà il 10% dei ricavi. Quindi poche ciance e vamos a fatturar, in sicurezza, certo, ma anche con una palata di stile.

Qui il link dove acquistarle

Articolo scritto da Leonardo da Princi

Commenti Facebook

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!