1 0

Specialis revelio: ecco la mascherina di Harry Potter che con il calore rivela la Mappa del Malandrino

Da bravi, rimettete nel cassetto le mosche Crisopa, sanguisughe Lunaria, Centinodia, polvere di corno di Bicorno, pelle tritata di Girilacco, capello Formicaleoni e persino l’erba Fondente. Per trasformare il vostro faccione, fortunatamente, non è più necessario ricorrere alla pozione polisucco. Non dovete nemmeno correre urlando dal chirurgo – come insegnano le Jenner-Kardashian – minacciandolo con la maledizione Cruciatus.

Per distogliere l’attenzione da occhi ciecati dal troppo smart working, naso in ostaggio della rinite e capelli che ancora chiedono pietà – viste le file dai parrucchieri – non dovete riporre le speranze nei miracoli, ma nella magia. Nello specifico nella mascherina magica che respirando rivela la mappa del malandrino! Fan di Harry Potter, non c’è nemmeno bisogno di aggiungere altro se non il sito in cui acquistarla. Lo sappiamo, vogliamo però allungare il brodo.

Stefanie Hook, un’artista del Colorado proprietaria della società Colorado Pony Express ( CPEX), è l’artefice di questo incantesimo. La mascherina è realizzata con un semplice panno di tessuto nero che, a contatto con il calore del respiro – grazie ai pigmenti ad attivazione termica – rende visibile la famosissima mappa senza nemmeno dover pronunciare “giuro solennemente di non avere buone intenzioni”.

A farla diventare il gadget più gettonato di sempre è stato un video pubblicato dalla stessa Hook su Tik Tok, che ha portato a un inesorabile sold out. Per ordinare la propria magic mask bisognerà aspettare il 29 maggio.

Ecco qui il sito in cui trovarla

A Harry, James Potter (RIP1), Sirius (RIP2) e Remus (RIP3) piace questo elemento.

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!