2 0

In Danimarca riaperte le frontiere per le coppie (ma solo per quelle “serie”)

Danimarca batte Italia. Non stiamo parlando dei tempi supplementari di una partita degli Europei, peraltro rinviati al 2021, ma di spostamenti per ricongiungersi con il proprio amato/a.

Mentre a Milano non sappiamo ancora se da mercoledì 3 giugno potremo andare senza sbatti da Magenta a Trecate, la Danimarca ha deciso di aprire i confini per i partner residenti in uno degli altri Paesi scandinavi o in Germania.

L’opinione pubblica aveva sollevato il tema nelle scorse settimane dando molto seguito alla storia di Inga Rasmussen, 85 anni, danese, e Karsten Tuchsen Hansen, 89 anni, tedesco. I due giovincelli si sono dati appuntamento ogni giorno lungo la linea di confine tra i Paesi, vicino alla città di Aventoft.

Sembrerebbe che nei freddi paesi nordici l’amore trionfi sempre e non abbia barriere. Però attenzione (c’è sempre un però di questi tempi), per aver libero passaggio si dovrà dimostrare di avere una relazione di almeno sei mesi.

Cazzocene penserete voi, basta un modulo. Eh no, le coppie, per provare la durata del proprio rapporto, dovranno fornire idonea documentazione di supporto alla polizia danese (foto, messaggi, lettere, chat…).

Per passare il posto di blocco non basta quindi un match su Tinder durante il lockdown, oppure mostrare la sezione Danish di Pornhub. Anche le foto hot vanno datate!

La misura crea evidenti invasioni della privacy e pare non sia andata proprio giù ai cittadini. Creando non pochi grattacapi al governo danese. Il ministro della Giustizia, Nick Haekkerup, ha dichiarato che prossimamente la durata della relazione potrà essere autocertificata.

Eccoli là. Pure ai nordici serve il modulino! Da grandi esperti in materia noi Imbruttiti potremmo fornire una consulenza, ovviamente retribuita, al governo danese. Per cominciare da Google Translate apprendiamo che il nostro affetti stabili può essere facilmente tradotto nel danese stabil påvirker.

Perché se Milano piange, Copenaghen tromba, ma non ride.

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!