1 0

Anteo e gli altri cinema: chi riapre il 15 e chi invece aspetterà ancora un po’

Finalmente il 15 giugno riaprono i cinema. Bello Netflix eh, per carità. Pure su Amazon Prime ci sono robe fighe. Però il piacere che ti dà una sala cinematografica, con l’odore stantio di popcorn e poltrone consumate, nessuno mai.

Tra i primi a riaprire ci sarà lo storico Anteo, che dopo 4 mesi di chiusura forzata ricomincia dalle proiezioni all’aperto a Milano, Monza e Treviglio. A fare da capofila in questa fase post lockdown è infatti la rassegna AriAnteo (quella all’aperto) che a Milano avrà luogo in ben tre luoghi della città: come sempre il cortile di Palazzo Reale e il Chiosto dell’Incoronata all’interno del cinema di via Milazzo, e poi – questa la novità – da quest’anno le proiezioni all’aperto si potranno godere anche nel giardino della Triennale di Milano. Che chiccheria.

Al momento la programmazione arriva fino al 30 giugno e riparte, per forza di cose, da film di qualche mese fa e da pellicole che non sono potute uscire in sala e sono state trasmesse solo in streaming. Altra novità riguarda la collaborazione con Zelig, con un comico che, dal 23 giugno, precederà il film in calendario con un breve spettacolo. Insomma, un aperitivino prima del piatto forte, figo. E le sale al chiuso quando riaprono? Per ora non si sa, ma si pensa a fine mese.

Detto ciò, parliamo di grana: i prezzi saranno identici a quelli dell’edizione passata, ma a ‘sto giro i biglietti potranno essere prenotati solo online. Per quanto riguarda le misure di sicurezza, ogni spettatore sarà sottoposto a misurazione della temperatura corporea prima di accedere alla proiezione all’aperto. Quindi chi ha la febbre gira i tacchi e torna a ca’.

Riapre il 15 anche il monosala Beltrade, con 4 proiezioni in una giornata a partire dalle 12.30 con il docufilm La scomparsa di mia madre di Beniamino Barrese, del 2019. Anche qui non mancheranno le misure di sicurezza: i posti saranno ridotti a 72 per favorire il distanziamento, obbligatorie le mascherine e all’ingresso verranno consegnati i guanti. Certo sarà difficile leccarsi le dita dopo aver mangiato i popcorn, ma del resto le regole vanno rispettate.

Dal 15 si riaprono le porte anche dell’Uci Bicocca, con 15 sale operative a partire dalle ore 17 con Birds of Prey di Caty Yan, con Margot Robbie nei panni di Harley Quinn. Attenzione ai biglietti, che ci invogliano con un prezzo promozionale da 5,90 a 4,90 euro. Misure di sicurezza: posti ridotti, acquisto dei biglietti online, stazioni di igienizzazione sparsi in vari punti del multisala.

E gli altri cinema? Molti si stanno ancora organizzando come il Palestrina, che sta rinnovando le poltrone e probabilmente riaprirà a fine giugno. Il Mexico e i multisala Colosseo ed Eliseo torneranno operativi, invece, soltanto a luglio. Stessa cosa per il Gloria (proiezioni al via il 2 luglio) mentre l’Arlecchino ci aspetta direttamente a settembre. Nessuna news invece per l’altro grande colosso, il The Space: la ripresa si presume non sarà immediata, visto che ad oggi non è arrivata alcuna comunicazione.

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!