2 0

Nella metro di Porta Romana ha aperto una “caffetteria urbana” d’ispirazione giapponese!

Per fortuna che, mentre tanti locali chiudono, in questo periodo c’è pure qualcuno che apre. Non so se vi siete accorti, ma dallo scorso 18 maggio alla stazione di Porta Romana c’è Kohi Tokyo 1982, una caffetteria di ispirazione giapponese. Ottima per un caffettino al volo, per una cena take away ma pure per la pausa pranzo. Si tratta di una caffetteria urbana, come l’hanno definita gli stessi ideatori, i soci della M&T, società di consulenza che ha studiato il progetto. Di quelle che fa figo fermarsi mentre sei in metro, dai.

Tac, la colazione è servita. “Abbiamo la macchina per espresso La Marzocco con sistema Modbar – ha spiegato uno dei co-fondatori, Carlo Meo – e facciamo anche estrazioni in filtro”. E poi naturalmente cappuccini e cold brew (se non mi siete cosmopoliti, è il caffè estratto a freddo). Solo take away, sia chiaro, che non c’è tempo da perdere e bisogna andare a fatturare.

Al mattino, tre tipologie di brioche, così non stiamo ore a scegliere tra la confettura ai mirtilli rossi o il ripieno al pistacchio di Bronte. Dobbiamo essere veloci, scattanti. “Non ci servono tante proposte, ne vogliamo poche ma buone, siamo un locale di passaggio”. Ecco appunto, di passaggio. Talmente tanto che a breve verrà presentata un’app per prenotare caffè o altre specialità dal cellulare. Così se ci troviamo in ufficio o in metro possiamo comodamente scegliere una bevanda e trovarla pronta al nostro arrivo senza stare in coda dietro al tipo indeciso tra macchiato freddo o ginseng.

Ah, e ovviamente si mangia pure. A pranzo, ad esempio, bretzel tedeschi e focaccia con grano Senatore Cappelli. A merenda invece ci sono i soft drinks e i gelati di Grom e Algida. E poi c’è il sushi, firmato Kelly Deli, e due tipologie di poke, uno con il tonno e l’altro con il salmone. Se vi abbiamo incuriosito eccovi gli orari: dalle 7 del mattino alle 19 di sera dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 8.30 alle 20.30, “ma probabilmente cambieranno dopo l’emergenza, e rimarremo aperti anche la domenica”.

E visto che nella vita bisogna essere ambiziosi, quelli di Kohi Tokyo 1982 stanno pensando di espandersi e di aprire dai due ai quattro punti vendita a Milano entro la fine dell’anno, sempre nelle stazioni. Bella news.

Tags:
Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!