0 0

Per essere più produttivi basterebbe lavorare 3 giorni alla settimana, dice uno studio

C’è un motivo se lavorare otto ore al giorno per cinque giorni alla settimana ci appare, generalmente, pesante e frustrante. La verità è che per essere davvero produttivi e dare il meglio di noi basterebbero solo 3 giorni alla settimana. Figata. Immaginate di andare in ufficio dal lunedì al mercoledì. Stop. Poi libertà assoluta: cinema, palestra, sport, cazzeggio, Netflix, libri, sesso, aperitivi, shopping, vacanze. Non è il paradiso?

Oh, lo dice uno studio eh. Secondo una ricerca del Melbourne Institute of Applied Economic and Social Research australiano, lavorare 8 ore al giorno, per 5 giorni a settimana non ci fa bene. L’ideale per concentrazione e produttività sarebbe massimo (massimo, attenzione) 25 ore a settimana. Questo perché quando si superano le 25 ore l’attenzione cala, iniziamo a sentirci stanchi e stressati. E siamo più facilmente preda delle distrazioni (una controllatina a Facebook, un caffé alla macchinetta, una story su Instagram, una sigaretta, un’inutile acquisto su Amazon).

Un’altra ricerca, questa volta inglese e condotta dal sito Vouchercloud, sostiene che siamo davvero produttivi e attivi per 2 ore e 53 minuti al giorno. Ancora meglio, quindi. Per dare il massimo e fatturare come dei champions, ci basterebbe smanettare sul pc solo dalle 8 alle 11 del mattino, ad esempio. Poi freedom.

Niente di nuovo, comunque. Già qualche anno fa uno studio condotto in Giappone dimostrò che, soprattutto dopo i 40 anni, la quantità di ore ideali per rendere al massimo sono 25, cioè tre giorni alla settimana. O cinque giorni per cinque ore. O circa 6 ore per 4 giorni. Vabbè, fate voi.

Tags:
Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!