1 0

Il caffè si gusta di più se preso in silenzio. Oh, lo dice la scienza

Dimenticatevi il caffettino con i colleghi in pausa pranzo, o magari il break al chiassoso bar sotto casa. Se siete davvero amanti del caffé, vi servirà sapere che per gustarvelo al massimo sarebbe meglio circondarsi di quiete e silenzio.

Eh sì, del resto il caffé è un rituale. Al mattino per darsi la carica, nel pomeriggio per spezzare la giornata, la sera per chiudere degnamente la cena. Un momento prezioso che, come tale, ha bisogno di un contesto che ne valorizzi il potere rigenerante. Oh, lo dice la scienza eh. Sì, perché come sempre ci sono dei ricercatori, c’è un’università (quella de Las Américas, in Ecuador) e ci sono dei dati.

Non si sa bene per quale motivo, ma gli amici ecuadoregni hanno selezionato 384 volontari per fargli degustare la stessa miscela di caffé Arabica per due volte, ma con sottofondi differenti. La prima volta i partecipanti all’esperimento hanno indossato delle cuffie che riproducevano chiacchiere rumorose, di circa 85 decibel (che è il casino che fa l’aspirapolvere, per intenderci); la seconda volta hanno ascoltato un parlottio decisamente più soft, a meno di 20 decibel.

Ah, attenzione. I volontari non sapevano che i due caffé fossero in realtà la stessa miscela. E così dopo ogni degustazione, hanno risposto a domande relative agli attributi del sapore dei due caffè, tipo dolcezza, intensità, amarezza. In più hanno dichiarato se avrebbero pagato, oppure no, per quel caffé. Dai, per riassumere: alla fine del test i partecipanti hanno espresso una preferenza per uno dei due caffé. Quale ha vinto? Ça va sans dire, quello degustato con il sottofondo più silenzioso.

Già, perché i volontari, ignari di aver bevuto due caffé identici, hanno percepito nel primo poco aroma, mentre hanno giudicato il secondo più costoso e di qualità superiore. Te capì l’esperimento? Quindi, la prossima volta che andate al bar a bere il caffé, già che ci siete, infilatevi due tappi nelle orecchie. Vedrete che godimento.

Tags:
Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!